L’intelligenza artificiale avrà un impatto significativo sulla creazione e distribuzione dei contenuti, nonché sull’esperienza del cliente. Ciò porterà ad un aumento dell’efficienza e della tempestività delle azioni di marketing. Di conseguenza, l’intelligenza artificiale diventerà un partner importante nel marketing digitale del prossimo futuro.

In questo articolo parleremo del marketing dell’intelligenza artificiale e spiegheremo le applicazioni di questa tecnologia in diversi campi, i vantaggi che offre e le tendenze future.

Utilizzando piattaforme di intelligenza artificiale su larga scala, la raccolta e l’analisi dei dati possono essere centralizzate, ciò facilita la condivisione delle informazioni ed è sempre accessibile. Una potente piattaforma può fornire informazioni e risposte rapide e di alta qualità a diversi gruppi aziendali.

L’utilizzo di una piattaforma di intelligenza artificiale riesce a semplificare i processi aziendali, automatizzare le attività ripetitive e ridurre i costi o il tempo necessari per procedure costose o dispendiose in termini di tempo.

Come cambia la generazione di contenuti e AI

Il content marketing ha beneficiato dell’uso dell’intelligenza artificiale. Se prima il target dei contenuti era ampio, oggi necessita di una maggiore personalizzazione. L’utilizzo dei dati derivati ​​dall’intelligenza artificiale per personalizzare i contenuti è cruciale.

Gli esperti di marketing possono utilizzare l’intelligenza artificiale per creare contenuti più rapidamente e con maggiore precisione. Ricorda, i contenuti di qualità superiore vengono comunque creati da professionisti esperti. Tuttavia, aziende come Home Depot e Lufthansa hanno già utilizzato l’intelligenza artificiale per fornire ai clienti esperienze e contenuti personalizzati.

Inoltre, valuta la possibilità di utilizzare un creatore d’arte con intelligenza artificiale per creare grafica e materiali di marketing per l’arte.

Intelligenza artificiale e linguaggio naturale

L’importanza della tecnologia nella customer experience (UX) è in aumento. Grazie alle capacità all’avanguardia di riconoscimento vocale e di immagini, il marketing basato sull’intelligenza artificiale è ora in grado di sfruttare le capacità del linguaggio naturale. L’intelligenza artificiale è attualmente utilizzata nel riconoscimento del parlato e nella ricerca di informazioni su diverse piattaforme, applicazioni e servizi. Le soluzioni più popolari sono quelle fornite da aziende IT come Google, Apple e Amazon.

Con l’avvento degli assistenti virtuali basati sull’intelligenza artificiale, i siti ottimizzati per la ricerca vocale e visiva stanno registrando un aumento del traffico organico ed è più probabile che questa connessione coinvolga utenti ben pagati. La tecnologia vocale, in particolare Siri e Alexa, sta diventando sempre più precisa nell’aiutare gli utenti a trovare i prodotti e i servizi che desiderano.

Implementare l’Intelligenza Artificiale nelle campagne digital marketing ?

Abbiamo osservato che l’utilizzo del marketing basato sull’intelligenza artificiale per automatizzare i processi di marketing è il modo più efficace per acquisire informazioni accurate e pertinenti sui clienti. Ciò implica un rendimento maggiore su ogni canale e punto di contatto.

L’intelligenza artificiale offre una finestra unica sul mercato e sulla comprensione del cliente, ciò consente di creare contenuti originali, pianificare campagne di marketing personalizzate e rispondere rapidamente alle esigenze dei clienti. Tutto questo mantenendo costante il numero dei dipendenti o il peso del team aziendale.

L’intelligenza artificiale può sfruttare enormi quantità di dati per aumentare notevolmente la soddisfazione dei clienti. L’aumento della spesa e il miglioramento della fidelizzazione sono i sottoprodotti di tutto ciò e, nel tempo, porteranno a un aumento significativo della redditività.
Il segreto del successo è la personalizzazione. Utilizzando il marketing basato sull’intelligenza artificiale, le aziende possono facilitare esperienze cliente straordinarie riconoscendo tendenze e modelli del prossimo futuro.

Quali i vantaggi dell’intelligenza artificiale

Tendenze del Digital Marketing basato sull’AI

Copywriter tramite Intelligenza artificiale

Uno dei principali supporti dell’intelligenza artificiale riguarda l’attività di scrittura, fondamentale per il successo di qualsiasi campagna pubblicitaria.

I Copywriter digitali che utilizzano l’intelligenza artificiale possono analizzare i dati degli utenti per produrre contenuti personalizzati. Hanno la capacità di utilizzare la PNL (programmazione neurolinguistica) per interpretare il tono della richiesta e alterarne il contenuto in base al risultato.
Gli scrittori basati sull’intelligenza artificiale che si concentrano sull’intelligenza artificiale possono creare descrizioni di prodotti, post di blog e contenuti di siti Web interessanti e ottimizzati.

Contenuti personalizzati tramite SEO AI

I contenuti SEO (Search Engine Optimization) saranno facilitati dall’intelligenza artificiale. La ricerca di parole chiave, la creazione di collegamenti e altre attività di ottimizzazione dei motori di ricerca trarranno vantaggio dall’inestimabile assistenza dell’intelligenza artificiale.

Abbiamo già discusso del marketing iper-personalizzato, ma è importante discuterne di nuovo perché sarà una componente significativa del futuro del marketing basato sull’intelligenza artificiale nel 2023.

La capacità dell’intelligenza artificiale di gestire grandi quantità di informazioni consente alle aziende di creare messaggi e campagne iperspecifiche e pertinenti al proprio pubblico target. I dati dei clienti relativi agli acquisti precedenti, al comportamento di navigazione e ai dati demografici aiutano gli esperti di marketing a indirizzare con successo dati demografici specifici.

IA generativa di Google

L’intelligenza artificiale generativa o intelligenza artificiale generativa è l’utilizzo dell’intelligenza artificiale per creare nuovi contenuti, questi contenuti possono essere visualizzati come testo, immagini, musica, audio e video.

L’intelligenza artificiale generativa utilizza modelli fondamentali (modelli di intelligenza artificiale di grandi dimensioni) in grado di eseguire più attività contemporaneamente ed eseguire azioni pronte all’uso, tra cui riepilogo, domande e risposte, classificazione e altro ancora. Inoltre, i modelli di base richiedono una quantità minima di formazione, che può essere specializzata per utilizzare casi con una quantità limitata di dati campione.

L’intelligenza artificiale generativa si basa su un modello di apprendimento automatico che apprende i modelli e le connessioni in un set di dati di contenuti creato dagli esseri umani. Quindi utilizza i modelli appresi per creare nuovi contenuti.

Il metodo più comune per addestrare un modello di intelligenza artificiale generativa è utilizzare l’apprendimento supervisionato. Il modello viene fornito con una serie di contenuti creati dall’uomo e etichette associate. Successivamente, scopri come creare contenuti identici a quelli umani con gli stessi tag.

L’intelligenza artificiale generativa elabora contenuti complessi, che vengono poi risolti attraverso testo, immagini e formati semplici. L’intelligenza artificiale generativa è in grado di:

SGE (Search Generative Experience). Bard e Search Engine

Dopo aver rilevato il 91% del mercato della ricerca online, a seguito del crescente utilizzo di modelli generativi da parte degli utenti finali (si pensi a ChatGPT), Google sta riconsiderando le proprie SERP. Acronimo di pagine dei risultati dei motori di ricerca, sono le pagine che contengono i risultati delle ricerche. Per gli editori online, sono cruciali per il traffico. Per chi li usa, sono lo strumento che da ieri viene utilizzato per interrogazioni di ogni genere. Almeno fino all’arrivo di ChatGPT e dei suoi membri. Search Generative Experience (SGE) è uno degli esperimenti che Google sta intraprendendo per rimanere al culmine dell’onda ed evitare la caduta delle crescenti quote di mercato a favore di chatbot di terze parti basati sull’intelligenza artificiale.

SGE è altamente integrato con il motore di ricerca Google, il che dimostra che è in cima alle SERP. Il sistema stesso è alimentato dall’intelligenza artificiale, raccoglie informazioni e brevi citazioni da vari siti Web e le combina in un’unica descrizione del processo (spesso per intero).

Per alcune query di ricerca, è normale che SGE occupi diversi pixel in verticale, questo porterà a ridurre la visibilità dei classici risultati, ora presenti nelle SERP, accessibili solo dopo molto scrolling.

Google ha riconosciuto che SGE è una versione di prova e che potrebbero verificarsi molte modifiche tra la versione attuale e quella finale. In ogni caso, l’obiettivo dei tecnici dell’azienda fondata da Larry Page e Sergey Brin è continuare a portare traffico organico a un gran numero di produttori di contenuti. In altre parole, non si vuole rimproverare chi crea e pubblica contenuti di qualità su Internet. È vero il contrario.

La verità è che per il momento SGE presenta solo tre riquadri con altrettanti link di affiliazione in cima alla SERP. Molti analisti lo ritengono francamente insufficiente. Per Google, invece, è il mezzo per indicare le pagine web (fonte) da cui ha ottenuto informazioni utili a creare la risposta che viene visualizzata all’utente.

Quale futuro per il digital marketing e intelligenza artificiale

Il futuro del marketing digitale non sarà guidato esclusivamente dall’intelligenza artificiale. Sebbene il primo abbia il potenziale per alterare e trasformare il modo in cui verrà condotto il marketing digitale in futuro, mancherà la presenza di operatori di marketing nel mondo reale.

Ciò implica che, per utilizzare appieno l’intelligenza artificiale nelle strategie di marketing per le aziende, è necessario insegnare ai team come utilizzare nuovi strumenti e metodi.

L’intelligenza artificiale riduce lo sforzo necessario per automatizzare attività ripetitive, analizza grandi quantità di dati e mira a strategie di marketing specifiche con i risultati desiderati. I team, tuttavia, portano con sé competenze e abilità come la creatività, l’intuizione e la capacità di comprendere emozioni e desideri complessi.

La pubblicità del futuro avrà bisogno di tutte queste cose. Essere pronto.

× Posso aiutarti?
Alessandro Gnola - SM 26227