Realizzare un e-commerce non vuol dire vendere. Creare un e-commerce è solo il primo passo di un percorso.

Ci sei rimasto male? Spero di no. Ho voluto però mettere subito le cose in chiaro!

Gli imprenditori che entrano per la prima volta nel mondo della vendita online spesso incontrano situazioni in cui si concentrano sulla creazione di un sito di e-commerce e trascurano l’importanza di definire parallelamente una strategia di marketing digitale completa che alimenta il negozio post-lancio. . Allo stesso modo, non è sempre facile comunicare la necessità di attivare azioni di marketing digitale, soprattutto quelle volte ad aumentare le vendite e-commerce nel medio-lungo periodo. Prima di esaminare alcune delle strategie che possiamo implementare nel 2023, esaminiamo cosa vuol dire creare un sito e-commerce.

Costruire un e-commerce di successo: da dove cominciare

La creazione dell’e-commerce è il punto di partenza per iniziare a vendere online. Questa non è certo una fase da prendere in modo superficiale. Sopratutto ora vista l’enorme concorrenza presente online. L’offerta di mercato inizia a saturarsi e le domande degli utenti sui motori di ricerca spesso impiegano più tempo per ricevere una risposta completa.

Costruire un eCommerce di successo oggi significa analizzare il mercato, avere contenuti chiari e di alta qualità e una strategia digitale omnicanale.

La responsabilità è enorme: la fase di creazione dell’e-commerce è direttamente responsabile del successo del negozio, così come la scelta della giusta strategia digitale.

Per poter partire con il piede giusto è necessario investire tempo in:

Scegliere la giusta piattaforma e-commerce: Shopify, Woocommerce, Magento 2, Prestashop sono alcuni dei diversi prodotti disponibili. Non tutti però sono adatti alla tua attività. E’ meglio conoscere, valutare e identificare tutte le funzioni di cui hai bisogno cercando di capire quali strumenti sono indispensabili alle tue esigenze.
– Analizzare il mercato e la concorrenza online: chi sono i tuoi concorrenti? I tuoi prodotti e servizi possono competere nel mercato di riferimento? Quali sono i vantaggi della tua offerta?
– Analizzare le ricerche degli utenti: Se vuoi intercettare la domanda online nel momento in cui si presenta, dobbiamo capirla, per questo è necessario sviluppare analisi delle parole chiave che ci consentiranno di migliorare i contenuti dell’e-commerce, ottimizzare il posizionamento dei negozi e usarlo come base per le campagne pubblicitarie punto di partenza;
– Considera l’esperienza utente: la creazione di e-commerce progettati per gli utenti nel 2023 è fondamentale. La velocità di caricamento del sito web, la user experience e il processo di pagamento facile e veloce sono fattori che non possono più essere ignorati.

Oggi più che mai è il momento di pensare all’esperienza utente!

Aumento delle vendite e-commerce: su cosa concentrarsi

Aumentare le vendite dall’e-commerce è l’obiettivo principale di chi possiede un’attività online, e lo sviluppo di Internet e del mondo dell’e-commerce in generale ha comportato la necessità per ogni imprenditore di stare al passo con il mercato e talvolta ricercare soluzioni innovative o diversificazione Strategie digitali per raggiungere obiettivi sempre più mirati.

SEO ed e-commerce: blog, link building e prestazioni

La SEO è cambiata molto negli anni, così come gli algoritmi dei motori di ricerca: non si tratta più di inserire parole chiave qua e là per vedere che il proprio sito scala le posizioni nel posizionamento.

Fare SEO per eCommerce significa porsi l’obiettivo di definire una strategia per aumentare il traffico organico del tuo sito web, ovvero il traffico che coinvolge nuovi lead per il tuo negozio. Esistono diverse strategie molto utili che possono essere impiegate per questo, diamo un’occhiata ad alcune di esse:

Blog di commercio elettronico: Sono finiti i giorni in cui molti pensavano che scrivere post sul blog avrebbe aiutato con il posizionamento. Niente più pensieri sbagliati. Il blogging è stato inteso come un mezzo per acquisire utenti attraverso contenuti di qualità, e oggi rimane un’efficace strategia di posizionamento per aumentare il traffico organico, la brand awareness e le vendite online.
Costruendo collegamenti interni ed esterni: Un’altra attività molto utile per aumentare il “valore” del tuo sito web è acquisire link da altri siti web correlati. Questo può accadere in modo naturale o artificiale, pensa ai post degli ospiti, agli articoli che scriviamo e pubblichiamo sui siti web del settore verticale.
– Prestazione: Dal punto di vista dell’esperienza utente, potrebbe essere un’ottima idea dedicare un po’ di tempo a migliorare gli aspetti tecnici che rallentano il tuo sito in preparazione dell’aggiornamento dell’esperienza di Google Pages previsto nei prossimi mesi; questo considera metriche come la velocità del sito o il tempo impiegato da un utente per completare un’azione su una pagina come fattore di ranking
– Utilizzare un buono strumento per fare analisi Seo, analisi backlink, ecc…

SEM ed E-commerce: Brand e Google Shopping

SEO e SEM formano una grande squadra. Data l’elevata concorrenza nelle SERP, la SEO spesso non è sufficiente per includere alcune delle parole chiave più generiche (parole chiave con un volume di ricerca mensile medio molto alto) nella strategia di targeting, quindi è utile attivare la copertura per quelle parole chiave (magari a coda lunga) per cui siamo in target.

Oltre a ciò, quando si parla di e-commerce e branding entrano in gioco diverse dinamiche, che fanno della pubblicità un fedele alleato. Diamo un’occhiata ad alcune strategie SEM che possono aiutare ad aumentare le vendite di e-commerce:

Protezione del marchio e pubblicità: attiva gli annunci per le persone che cercano il tuo marchio su Google. Qual e il punto? Immagina che i tuoi prodotti vengano venduti anche da siti o marketplace concorrenti come Amazon: proteggi meglio il tuo brand su Google, altrimenti sarà facile per i colossi della vendita online inserire i loro annunci prima dei tuoi. Quando lo fai, gli utenti che normalmente acquisterebbero da te (perché è te che stanno cercando) vengono effettivamente inghiottiti da Amazon (o chiunque altro) mentre prendono i tuoi profitti e aumentano le loro commissioni.
Campagne Google Shopping: l’attivazione di campagne su Google Shopping può essere davvero utile per incrementare le vendite e-commerce. Campagne intelligenti, chiare e orientate alla conversione: tramite Ricerca Google, il tuo prodotto verrà offerto agli utenti insieme ai prodotti di altri concorrenti, con un’immagine, un prezzo e un marchio ben visibili. Un’anteprima che include informazioni di base sul tuo prodotto per impedire agli utenti disinteressati di visitare il tuo sito web. Oltre a questo, la creazione e l’inserimento di prodotti sulla piattaforma Google Merchant garantisce anche l’accesso gratuito a Google Shopping per alcune settimane.
Estensione modulo lead: la nuova estensione annuncio per la generazione di lead, da tempo in versione beta ma ora disponibile per tutti gli account, è una marcia in più necessaria per le classiche campagne di search marketing. Gli utenti possono ora compilare il modulo di contatto direttamente dalla pagina dei risultati di ricerca e, se hanno già effettuato l’accesso con Google, troveranno il modulo precompilato. Un nuovo modo per ottenere più valore dalle tue campagne Google Ads.

Social media marketing e e-commerce

I social network sono un canale di comunicazione per le aziende che non può essere ignorato quando si implementa una strategia digitale efficace. Oggi i social network giocano un ruolo fondamentale nella strategia di comunicazione per specifici obiettivi del cliente. Sono una vera e propria opportunità di business, soprattutto quando si parla di e-commerce. Oltre a una gestione efficace del profilo ufficiale del brand, per attrarre gli utenti è necessario attuare una campagna di social media marketing volta a rafforzare lo store dedicato alla tua strategia pubblicitaria.
Fidelizzazione del Cliente: In un mercato sempre più competitivo, è opportuno non dimenticare i clienti fedeli al nostro brand e valutare per loro strategie mirate, come promozioni, concorsi o sconti su misura. Per questo siamo supportati dallo strumento di monitoraggio dedicato Facebook Pixel, che ci consentirà di creare un pubblico target sui visitatori del sito Web in modo molto semplice.
Campagne di remarketing: Per non perdere potenziali clienti, anche una campagna di remarketing ben strutturata su Facebook aiuterà a riportare gli utenti sul sito abbandonato. Questo per aumentare le vendite sul sito e-commerce.
Facebook Shops e Instagram Shops: Facebook e Instagram hanno implementato una funzionalità molto utile per tutti i progetti e-commerce. Si tratta di una scheda mostrata sul tuo profilo che si collega al catalogo del nostro negozio online: questo ti permetterà di taggare i prodotti nei tuoi post e nelle storie, indirizzandoti direttamente al sito e facilitando il processo di acquisto dell’utente.

In conclusione…

Quelle appena menzionate sono solo alcune delle strategie utili per aumentare le vendite online. Oltre queste azioni esistono campagne di email marketing o soluzioni di servizio clienti veloci come i chatbot. Ogni campagna si basa su progetti, obiettivi di vendita e budget di investimento.

× Posso aiutarti?

Iscriviti alla newsletter

Vuoi leggere le notizie del nostro blog in anteprima? Iscriviti alla mia newsletter. Prometto di non inviarti mail inutili! 😉


Alessandro Gnola - SM 26227
Policy Privacy