Posizionamento organico vs PPC (pay per click)

Non a tutti è chiaro quali siano le differenze tra posizionamento organico(o naturale) e ppc(pay per click).

Penso sia importante spiegare, in modo semplice e chiaro, cosa offre un sistema rispetto all’altro.

Come funziona la ricerca su Google?

Google lavora in due modi diversi: tramite posizionamento(oppure posizionamento naturale) organico e tramite pay per click.

In Italia, quando si parla di pubblicità a pagamento ci sono fondamentalmente due attori principali: Google Adwords e Facebook.

 

posizionamento organico

 

PPC (Pay per Click di Google): è il tipo di posizionamento per cui il gestore del sito paga una quota ad un motore di ricerca per mostrare i propri contenuti.

In quasi tutti i network, compreso Google, la quota non è fissa, ma viene decisa tramite asta. Ovviamente le stringhe più ricercate hanno un costo maggiore.

PPC di Facebook: quando si lavora su facebook ci sono diversi tipologie di campagne da usare.
Si parte dalla messa in evidenza di un post, alla creazione di banner, alla vendita diretta di prodotti.

Anche in questo caso il gestore del sito paga una quota per poter mostrare i propri contenuti.

Posizionamento organico o posizionamento naturale: in questa modalità di posizionamento l’unica azione possibile è l’ottimizzazione dei contenuti e dei tag. Il posizionamento in Serp avviene in modo naturale.
L’ordine di visualizzazione avviene per decisione decisione dell’algoritmo di Google.

Può quindi succedere che la posizione nella serp di determinati contenuti possa variare nel tempo in base ai cambiamenti degli algoritmi di Google.

Sicuramente ti chiederai quale strategia è da considerasi migliore. La risposta a questa domande è: dipende.

Sono due i fattori da considerare: il tempo ed il budget.

Se stai pensando di destinare parte del tuo budget al web marketing penso sia importante continui a leggere la parte seguente.

Spero che questo articolo ti sia utile. In questo caso condividilo. Grazie per il tuo sostegno.

Spero che questo articolo ti sia utile. In questo caso condividilo. Grazie per il tuo sostegno.

 

Posizionamento organico

PRO

Il posizionamento organico o naturale si pone l’obbiettivo di posizionare in modo naturale, quindi senza nessun tipo di forzatura(o quasi) il posizionamento del tuo sito.

 

Ovviamente i tempi sono lunghi perchè Google ha bisogno di analizzare il sito in modo completo.

Quando si parlo di posizionamento naturale i “fattori di ranking” sono tanti e diversi. In realtà nessuno conosce i veri fattori di posizionamento.

La comunità Seo ne ha individuati diversi. Alcuni più importanti, altri meno importanti. Tra i più importanti sicuramente bisogna ricordare la ling building.
Per i non addetti ai lavori, la link building è la creazione di una rete di link(backlink) che permette a Google di comprendere la qualità dei contenuti condivisi.

L’impegno di Google, da sempre, è dare una risposta coerente alla richiesta degli utenti. Va da se che non è facile, anzi. Contestualizzare i risultati è una cosa molto complessa.

Il pilastro del posizionamento organico sono i contenuti. Creare e condividere contenuti di valore. Certo, sono d’accordo con te che non sia facile produrre contenuti di valore però, il premio nel caso tu lo facessi potrebbe essere grosso.

Se nel ppc per incrementare traffico non puoi far altro che aumentare il budget, nel posizionamento naturale l’incremento del traffico è gratuito. Se riuscissi a posizionare il sito nelle prime posizioni il traffico potrebbe aumentare in modo esponenziale senza nessun aiuto da parte nostra. Si, hai capito bene. Traffico gratuito.

Anche in questo caso però devo avvertirti che creare contenuti di qualità non è per nulla facile.

CONTRO

Ovviamente come tutte le cose della vita ci sono tanti pro e anche contro.

Se sei impaziente e cerchi risultati immediati, l’organico non fa per te. Considera che, un sito per iniziare ad entrare nella Serp in modo stabile, richiede un tempo non inferiore ai due mesi. E non parlo di posizionarsi in prima pagina ma nelle prime 5 pagine.

Il posizionamento organico è un lavoro che bisogna fare con pazienza ed impegno.

PPC/PAY PER CLICK (posizionamento a pagamento)

I due attori principali in Italia, per quanto concerne il PPC, sono Google e Facebook.
Non lavorano allo stesso modo ma permettono entrambi  una buona profilazione del traffico a fronte però di un costo mediamente alto.

PRO

Se vuoi risultati immediati, questa è la scelta giusta. La visibilità a pagamento è una soluzione rapida e ti consente, di essere “primo” per determinate ricerche dopo poche ore che hai pubblicato il tuo annuncio.

I costi sono determinati da un’asta. Se il tuo annuncio è pertinente alla parola chiave(Google) e offri una cifra alta, sarai sicuramente primo.

CONTRO

I contro sono importanti in questo caso. Uno, forse il più importante, è che quando finirai il budget a tua disposizione, il tuo sito scomparirà completamente da Google.

Avrai quindi risultati immediati, ma tornerai nell’oblio appena avrai finito i soldi.

Posizionamento: qual’è la strategia migliore?

Ritengo che se si ha a disposizione un buon budget fare un mix di entrambe le strategie sia un’idea vincente.

Pensare al lungo periodo, creando pagine di qualità e ottimizzando i contenuti per quanto concerne il lungo periodo e pensare al corto periodo creando campagne su Google o su Facebook.
In questo secondo caso però bisogna anche avere un piccolo budget per la creazione di  landing page efficaci, che permettano di avere un alto tasso di conversione.

alessandro gnola

About alessandro gnola

Consulente e-commerce. Mi occupo di sviluppo siti web e Ottimizzazione Seo.