Vendere su internet: sito e-commerce o marketplace?

sito ecommerce marketplace

Letteralmente MarketPlace è un luogo virtuale o reale in cui vengono effettuati degli scambi commerciali. In Italia spesso si sente parlare siti e-commerce ma raramente di marketplace. Per l’utente medio acquistare su un e-commerce o su un marketplace è la stessa cosa. Dal punto di vista del venditore le differenze ci sono e tante.

In Italia le vendite tramite siti e-commerce sono ancora piuttosto basse. E’ vero che la crescita è ancora a doppia cifra ma le aziende che si sono mettono in gioco per vendere su internet sono circa il 4%. Ancora moto poco.
In Italia le aziende che hanno capito l’importanza del web sono ancora poche. Da una recente ricerca de “Il sole 24 ore” è emerso che le aziende che hanno un sito internet sono il 20% circa. Veramente poche.

Preferendo vedere il bicchiere mezzo pieno le aziende che intendono vendere su internet troveranno un mercato con pochi concorrenti e tante opportinità da cogliere.

Cos’è un marketplace su internet?

E’ un sistema di intermediazione commerciale. E’ un soggetto che permette di mettere in relazione venditore e acquirente. Ebay e Amazon sono i market place più diffusi italia.

Quali sono le diffirenze tra sito e-commerce o marketplace?

MarketPlace sono apparentemente simili ma partono da due concetti diversi. Una delle differenze maggiori sta nelle dimensioni. Il marketplace vende svariate categorie merceologiche , ha un catalogo di migliai di prodotti, gestisce tanti fornitori e, spesso, ha più di un magazzino. Ne deriva che una gestione complessa e, in linea di massima, una migliore resa merce sul cliente.
Un sito ecommerce gestisce meno prodotti, pochi fornitori (spesso meno di una decina) e ha un volume d’affari infinitamente più piccolo. Ha un magazzino con scorte più basse.

Pregi e difetti dell’ecommerce

Il primo indiscutibile vantaggio di una piattaforma ecommerce è la possibilità di sviluppare una veste grafica e una struttura personalizzata. Siamo noi, nell’ambito dello sviluppo, a poter decidere quali categorie vogliamo, come crearle e quali prodotti inserire.
Una design personalizzato permette, a chi ha già un’attività commerciale, di creare una progetto grafico coerente con il materiale che già presente.

Nel caso di attività di vendita già avviata, l’ecommerce permetterà ai clienti di avere reperibilità dei prodotti 24 su 24, 7 giorni su 7.

Come già ripetuto diverse volte, il gioco funziona meglio se si lavora in un mercato di nicchia. Prodotti esclusivi, con una bassa reperibilità permettono di non considerare il prezzo come attributo chiave. Va da se che se vendiamo smartphone, non riusciremo mai ad avere un prezzo simile a quello di un marketplace.
Per contro un sito e-commerce, rispetto ad un marketplace, ha minore visibilità. Per poterla aumentare è necessario stanziare budget per affidarsi a professionisti l’ottimizzazione Seo e campagne Web Marketing.
Bisognerà imparare a gestire il il cliente, acquisendo o formando del personale per il frontoffice. Inoltre è necessario, direi quasi fondamentale, attivarsi nell’ambito social generando contenuti di qualità Inbound Marketing.

Pro e contro dei Marketplace

Uno dei pregi indiscussi è il fatto di non doversi occupare di Web Marketing o ottimizzazione Seo. Ci sarà qualcun altro che lo farà per noi. I costi per creare la piattaforma saranno nulli perchè sfrutteremo quella del Marketplace.
Di fronte a questi ottimi plus avremo anche dei minus importanti. Il peggio sicuramente è l’anonimato. Saremo uno tra tanti. Uno che ha, come unico tratto distintivo, il prezzo e l’affidabilità. Non poche o nulle possibilità di distinguerci dalla massa.

Un importante plus dei MarketPlace è il discorso fiducia. I Marketplace,come caratteristica intrinseca, sono autorevoli. E’ un pò come quando si acquista uno smartphone samsung o uno meizu. Sono sicuramente due ottimi smartphone, ma uno ha una storia l’altro è semi sconosciuto. E’ meglio acquisatre da un marketplace riconosciuto a livello planetario oppure da un ecommerce che in pochi conoscono?

I marketplace più diffusi

e-commerce-marketplace
Ecco allora come stanno le cose tra i marketplace.
Ebay e Amazon sono i leader incontrastati. Booking.com dietro. Da segnalare il portale Tre che da del filo da torcere al più conosciuto Groupon.

Anche tu puoi avere successo ricordati però che…

  • Il 90% degli e-commerce è destinato a non avere successo. Il tuo prodotto è adatto ad essere venduto online? Hai un buon business plan?
  • Non fidarti di chi ti promette guadagni lampo o miracoli in pochi mesi. Un business per essere sostenibile e avere una crescita robusta ha bisogno dei tempi giusti!
  • I siti e-commerce che guadagno tanto e subito sono quelli che propongono articoli di nicchia con poca o concorrenza nulla. Il tuo prodotto ha queste caratteristiche?

Il tuo prodotto è da MarketPlace o da E-commerce?

alessandro gnola

About alessandro gnola

Consulente e-commerce. Mi occupo di sviluppo siti web e Ottimizzazione Seo.