Ecommerce: come creare e sviluppare la tua presenza online con profitto in 5 mosse!

ecommerce

Facciamo un pò di chiarezza: come si crea la propria presenza online di successo? In molti pensano che sviluppato lo strumento sito ecommerce, il grosso del lavoro è terminato. Giusto? Sbagliato! Il grosso del lavoro deve ancora arrivare.

“Il sito ecommerce o il sito corporate sono lo strumento senza il quale non si potrebbe fare il resto.”

Se fossimo un’azienda che produce e vende scrivanie, senza avere il prodotto da vendere sicuramente non faremo affari, ma è anche vero che senza fare promozione i clienti non saprebbero che esistiamo?

Per un’attività online è la stessa cosa: fatto il sito ecommerce o il sito web ci vuole promozione. E’ importante quindi fare un business plan per capire le spese da sostenere ed avere un programma che ci permetta di lavorare per step successivi.

Come ripetuto già in un altro articolo qualche settimana fa si è portati a pensare che con un prodotto buono e il prezzo giusto il prodotto si venderà da solo. E’ un concetto sbagliato! Quando il prodotto è di qualità è complicato far percepire al cliente cosa gli stiamo vendendo. A differenza della vendita al dettaglio, il cliente non può toccare con mano ma si deve fidare di noi e di quello che vede dal suo browser.

Avere una strategia chiara e precisa è una delle strade migliori per evitare errori.
Ho suddiviso le azioni da compiere per creare una buona e proficua presenza sul web:

  • Studio di competitor
  • Sviluppo del sito ecommerce
  • Ottimizzazione per i motori di ricerca
  • Strategia di web marketing
  • Presenza attiva sulle piattaforme social

Studio di competitor

E’ alla base di tutto. Prima di iniziare questa avventura è necessario capire se c’è posto per noi. Se esiste una nicchia di mercato su cui possiamo iniziare a lavorare senza sgomitare troppo. Uno studio preventivo quindi è necessario. Spesso molti imprenditori passano direttamente allo sviluppo della piattaforma ecommerce. Non è detto che i competitor che abbiamo per l’attività con punti vendita fisici siano le stesse per l’attività online. Anzi, probabilmente i competitor con cui ci scontreremo saranno altri.

Sviluppo della piattaforma ecommerce

E’ importante capire quale sia la piattaforma giusta da usare. Personalmente mi appoggio alle due piattaforme più in voga al momento: Magento e Woocommerce. La piattaforma è molto legata al tipo di web marketing che vogliamo adottare. Se il nostro core business è la vendita di prodotti con scontrino medio basso o medio basso, molto probabilmente ci dovremo affidare ad una piattaforma ecommerce pura. Al contrario se il nostro scontrino medio sarà alto, bisognerà lavorare su un sito ibrido corporate-ecommerce, per cercare di stabilire un rapporto di fiducia con l’acquirente.
Per decidere il tipo di piattaforma da utilizzare è importante individurare il budget di partenza.
Non si può pensare di lavorare con Magento con un budget totale di 2000 euro!

Ottimizzazione per i motori di ricerca

Per fare un buon lavoro è necessario che lo sviluppo del sito internet e l’ottimizzazione seo vengano fatte in stretta sinergia.

Chi sviluppa bene ma non conosce le dinamiche dei motori di ricerca farà un lavoro a metà.

Per lavorare con profitto e sviluppare una piattaforma performante, dovrà conoscere bene il dinamiche dell’ottimizzazione seo. Pensare allo sviluppo di una piattaforma senza individuare come questa interagirà con i motori di ricerca sarebbe un grosso errore.

Strategia di web marketing: la fidelizzazione del cliente.

Per poter vendere su internet è necessario intercettare i bisogni e le necessità degli utenti. E’ necessario far sapere che ci siamo, che abbiamo dei buoni prodotti e che quotidianamente lavoriamo per soddisfare le sue necessità.
L’obbiettivo di un sito ecommerce, come quello di qualsiasi altra attività commerciale, non è quello della vendita spot, ma quello della fidelizzazione del cliente.
Pensi che Apple sia diventata una grossa azienda perchè puntava alla vendita spot? Apple ha lavorato giorno per giorno per fidelizzare i clienti. Ha lavorato anni per dare un ottimo servizio pre e post vendita eccezionale, per dare prodotti di qualità mese dopo mese, anno dopo anno.

Allo stesso modo Amazon. Spesso quando si parla con amici ci si interroga su chi sia il negozio online con la spedizione più rapida. Il 90% delle persone dirà Amazon. Questo perchè questo grande colosso ha capito prima degli altri che la diffenza non sta nei 5 euro in più o in meno del costo di spedizione, ma sul rapporto di fiducia che si stabilisce con l’utente.

Presenza attiva sulle piattaforme social

Spesso mi capita di vedere siti ecommerce con tutti i loghi sui social nella loro home page. Cosa vuol dire? che sono presenti su tutit i social? Mi sembra esagerato. Per seguire bene e con un buon ritorno 4-5 social ci vuole molto impegno e dedizione. Ci vogliono 2 o 3 persone che facciano solo quello. Per una medio/piccola attività non è pensabile.
Molti si accontentano di pubblicare sul proprio profilo post 1 o 2 volte alla settimana. Ma che senso ha un’attività del genere? Se non c’è engagement a cosa serve pubblicare post che nessuno legge? Lavorare sui social e rendere questa attività utile alla vendita è ben diverso.

Avere una presenza sul web è un lavoro impegnativo, continuativo, quotidiano. Creare una piattaforma ecommerce è solo la punta dell’ icerberg di un lavoro che può diventare predominante rispetto all’attività al dettaglio.

L’ecommerce è un’opportunità importante da sfruttare ma solo nel modo giusto e con i giusti strumenti.
Avere una presenza online ma non sfruttarla adeguatamente è inutile. Questo è il momento dell’impegno e della determinazione!

alessandro gnola

About alessandro gnola

Consulente e-commerce. Mi occupo di sviluppo siti web e Ottimizzazione Seo.