L’importanza del personal branding

Il mondo del lavoro negli ultimi anni è cambiato molto. Internet è entrato prepotentemente nelle nostre vite. E’ difficile rimanerne fuori perchè tutto passa attraverso questo grande contenitore. Dall’informazione alla ricerca di lavoro.

Se il tuo obbiettivo è lavorare devi esserci!

Cosa è il personal branding?

Il personal branding è la capacità di promuovere se stessi e il suo scopo è diventare appetibile per potersi vendere meglio.

La maggior parte delle persone sente la necessità di farsi promozione solo nel momento in cui non ha lavoro. Questo modo di comportarsi è profondamente sbagliato ora più che mai. E’ brutto dirlo, ma in futuro non ci sarà più il posto fisso. Il mondo del lavoro, in futuro, sarà popolato da lavoratori a progetto o liberi professionisti. Purtroppo il mondo è cambiato e cambierà ancora.

personal-branding-linkedin

Sarà quindi sempre più importante fare del personal branding, fare promozione di se stessi.
Fare branding deve diventare un nostro modo di comportarci e di proporci alle persone che sono di fronte. Quando andremo dal macellaio, quando parleremo con il giornalaio… ogni occasione deve essere buona per fare promozione di se stessi. Il perchè è molto semplice: le occasioni possono presentarsi dalle persone più disparate ed in qualsiasi momento.
Nessuno ha voglia di parlare con persone che si piangono addosso o sono musone. Al contrario tutti hanno voglia di chiaccherare con chi si presenta brillante, sorride e argomenta in modo interessante.

A tutti è successo di ricevere una telefonata durante una sessione di lavoro molto impegnativa. Quasi tutti abbiamo risposto in modo svogliato e poco attento. Il nostro interlocutore cosa avrà pensato? Non penso avrà fatto pensieri molto lusinghieri. Il tono della voce e la frequenza della scansione delle nostre parole avrà fatto sentire il nostro interlocutore indesiderato. Pessimo atteggiamento!
Il nostro atteggiamento deve sempre esseere costruttivo, attento per far sentire il nostro interlocutore al centro dell’attenzione. Sminuire il nostro intelocutore facendolo sentire poco importante è il peggior comportamento che possiamo avere.
Fare personal branding vuol dire anche questo! Far sentire le persone con cui parliamo importanti, far percepire che siamo li per loro e che ogni loro parola per noi è importante.

Quali strumenti abbiamo per fare personal branding?

 

Ultimamente sono molti i recrutatori di personale che si affidano ai social per conoscere le persone che si trovano davanti. I due social principali a cui si affidano sono sicuramente Facebook e Linkedin.

Personalmente ritengo Linkedin miglior social per fare personal branding ( il mio profilo https://www.linkedin.com/in/alessandrognola su Linkedin) . Scrivere correttamente un curriculum, le proprie aspirazioni e carattere penso sia il modo migliore per proporsi.
Si pensa che la foto, che spesso è necessario inserire nei social, sia un fattore secondario. Sbagliato! La foto parla di noi. E’ l’immagine che noi intendiamo dare a chi non ci conosce. Spesso mi capita di vedere foto pessime, in situazioni di relax estremo oppure di serate con gli amici. Ricordiamoci che da quella foto potrebbe dipendere il nostro futuro. Dare quindi un’immagine di serena serietà deve essere l’obbettivo da porsi!

 linkedin-personal-branding

Non penso sia sufficiente un post per capire un argomento delicato ed importante come questo. Personalmente ho letto il libro di Riccardo Scadellari Fai di te stesso un brand e lo reputo uno dei migliori libri sull’argomento.

Linkedin è la nostra presenza sul web: il nostro biglietto da visita per proporci a future collaborazioni!

 

Siamo in un periodo lavorativo florido? Bè, ritagliamoci qualche ora alla settimana per lavorare su noi stessi e sul nostro profilo!

alessandro gnola

About alessandro gnola

Consulente e-commerce. Mi occupo di sviluppo siti web e Ottimizzazione Seo.

  • http://opportunityseekers20.blogspot.it AndyT

    Tutto molto vero: tra progetti, freelance e startup, le nostre vite lavorative saranno sempre più ricche di “colpi di scena” – si spera positivi!
    E mi dispiace vedere così tante persone dare il peggio di sé sui social, anche su LinkedIn, dove ormai imperano gattini, citazioni, tramonti e modell* di intimo…

    • http://alessandrognola.com/ Alessandro Gnola

      Hai proprio ragione. E’ un peccato che sui social, uno fra tutti Facebook, si parli sono di argomenti futili e non costruttivi. I social possono essere un canale importante per avere visibilità ed è per questo che è importante farne buon uso.