L’importanza della struttura nell’ottimizzazione di un sito internet

L’ottimizzazione di un sito internet viene spesso fatta solo alla fine del processo di sviluppo di un sito web. E’ sbagliato! L’obbiettivo di questo articolo è quello di dimostrare come l’ottimizzazione debba essere fatta in fase di progettazione per evitare errori futuri.

Ottimizzare un sito web significa agire sulla sua struttura in maniera da esaltarne i suoi contenuti, permettere a Google di indicizzare bene e agli utenti di capire gli argomenti sviscerati nel sito.

Far comprende ad un visitatore quale tema tratta un sito è un compito relativamente semplice, spiegarlo al bot di Google è un compito più impegnativo.

Generalmente i contenuti si possono dividere in tre tipologie principali:

  • Contenuti istituzionali
  • Disclaimer
  • Contenuti relativi al business

Contenuti istituzionali

Fanno parte del primo gruppo tutti quei contenuti che descrivono l’azienda, il vision, la mission, dove siamo o chi siamo e i contatti. Solitamente sono tutte quelle pagine che rappresentano un interesse minore per gli utenti ma che sono necessarie per far comprendeer a Google cosa facciamo.

Diclaimer

Sono le pagine che dichiarano le responsabilità. Spiegano come usare i contenuti presenti nel sito. Fanno parte di questa pagina, quando si parla di sito ecommerce, le modalità di pagamento, spedizione, resi, recessi, tempi di consegna, spese di consegna.

Contenuti del business

Sono le pagine che dovrebbero generare più traffico, quelle che dobbiamo posizionare con maggiore efficacia. Per un ecommerce potremmo parlare delle pagine dei prodotti e delle categorie. Le pagina dinamiche di vendita. Rappresentano i contenuti che gli utenti reputano più interessanti e che quindi devono ottenere maggiore visibilà.

Dirlo una volta, dirlo bene

Come dice l’ottimo Francesco Margherita, dirlo una sola volta, dirlo bene!

Bisognerebbe, in generale, cercare di scrivere in modo che sia l’utente sia i motori di ricerca capiscano bene. Cercare di esprimere correttamente i concetti è molto importante per due motivi:

  • il cliente deve capire subito, non deve avere la necessità di rileggere;
  • il motore di ricerca deve capire immediatamente. Solitamente non c’è una seconda possibilità o cmq, la seconda possibilità non avrà mai lo stesso impatto della prima. Quando scrivere un articolo o un pò ricordatevi sempre di scrivere in maniera semplice e molto comprensibile… Google ci ascolta!

Orientare una ricerca. Come si fa l’ottimizzazione di un sito internet?

Per facilitare il compito di Google o degli altri motori di ricerca bisogna cercare di autarli sfruttando i mezzi che ci mettono a disposizione:

Qualche giorno fa mi è capitato di parlare con un cliente che non capiva cosa volesse dire che il suo sito fosse male indicizzato.
Brevemente ho cercato di mostragli un esempio:
Ho inserito l’url del suo sito (per ragioni di privacy non mostro l’url) nell’input box di google ed la risposta di Google:
ottimizzazione di un sito internet

Analizzando la risposta del motore di ricerca possiamo capire che:

  • il titolo del sito in violetto è corretto
  • url in vede è corretto
  • la description è completamente errata.

Come pretendiamo che un utente sia attirato da una description simile?

A questo punto ho preso l’header del suo sito e ho subito notato alcuni errori concettuali:
ottimizzazione di un sito web

Perchè Google ha inserito una description errata e non comprensibile?

Google scansiona quotidianamente il web. Quando trova un sito lo legge e cerca di intepretarne i contenuti per inserirlo nel suo vastissimo database. Se sono presenti tag title, keyword e description li legge: se li trova interessanti li usa, sennò continua a scansionare. In questo caso la prima cosa che ha trovato sono stati i loghi social. Ha reputato erroneamente che fossero contenuti interessanti facendo un semplice ragionamento:

I contenuti con la maggiore visibilità, quindi quelli nella parte superiore di una pagina, sono sicuramente contenuti core

L’ottimizzazione di un sito web non inizia quando il sito è pubblicato, ma quando il sito viene ideato, progettato, sviluppato. Ottimizzare solo successivamente genera, spesso, incomprensione in Google.

Quando si studia la struttura di un sito bisogna cercare di considerare non solo che sia piacevole per gli utenti ma che lo sia anche per i robot dei motori di ricerca.

Per questo, quando si sceglie la persona a cui affidare lo sviluppo del sito web bisognerebbe cercare un professionsita non solo sulla base delle sue conoscenze prettamente tecniche, ma anche per la sua conoscenza di ottimizzazione di siti internet e web marketing.