Vendita ecommerce: perchè il cliente non acquista?

ecommerce-rimini-timori

Nella vendita ecommerce la maggiore difficoltà è quella di infondere sicurezza nell’acquirente. La diffidenza è figlia della paura: la paura di essere frodati, la paura di essere fregati, la paura di spendere soldi e non vedere il prodotto che tanto volevamo.

Io dei fattori principali della mancata vendita e dell’abbandono del carrello è appunto la diffidenza diffusa. Fortunatamente, in Italia, come anche nel resto dell’Europa, la paura sta lasciando il posto  alla fiducia e alla tranquillità di poter fare ottimi affari acquistando sul web. Oltre a fattori puramente sociali, la sicurezza può essere trasmessa tramite nostri comportamenti. L’obbiettivo di un sito ecommerce è quella di mettere a proprio agio il cliente, adottando tutta una serie di piccoli accorgimenti, che nel complesso, possono fare la differenza. Per rendere al meglio  il concetto Vi trasmetto una mia esperienza di qualche giorno fa. Avevo deciso di passare qualche giorno in una bella località di villeggiatura nel nord Italia, in alta montagna, a Lavarone. Ho prenotato e inviato la classica caparra. Dopo qualche giorno, quando mancavano 4 giorni alla partenza per la montagna, ho avuto un problema personale. Ho trametto alla struttura la mia difficoltà a recarmi in vacanza. Con estrema gentilezza mi è stata restituita la caparra. Reputo che questi comportamenti siano lodevoli e fattori di successo determinanti!

Grazie alla collaborazione con un cliente di vecchia data ho potuto stilare un breve classifica per capire quali sono le maggiori cause del mancato acquisto o abbandono del carrello.
Di seguito elenco le più importanti:

  • Con tutte le truffe che ci sono perchè mi devo fidare proprio di questo sito? é una domande rivolte con maggior frequenza. Gli utenti tendono ad acquistare su siti in cui sentono maggior sicurezza. Il prezzo è imporante ma la tranquillità lo è di più!
  • Il prodotto è in garanzia? e se si dovesse rompere? Tutti sappiamo che nella maggioranza dei casi, anche quando la merce viene acquistata in negozio, è nostra premura attivarci per rendere il prodotto a distributore ufficiale oppure direttamente all’azienda che l’ha prodotto. Affidarsi al negoziante, nella maggioranza dei casi, vuol dire allungare i giorni in cui si è senza il prodotto. Quindi acquistando dal negozio ad dettaglio o tramite ecommerce, i comportamenti da tenere sono sempre gli stessi. E’ palese quindi come questo dubbio sia infondato.
  • E se il prodotto non risponde alle mie richieste? Timore fondato. Un delle modalità per evitare questo tipo di timori è inserire, in bella evindenza ed in modo chiaro, quali siano le procedure per il reso. Diritto di recesso.
  • E se poi, quando ho pagato, ma merce non dovesse arrivare? Negli ultimi anni la logistica ha fatto passi da gigante. Nel prossimo futuro con l’aumento delle vendite tramite ecommerce migliorerà ancora. E’ raro che la merce vada persa. In ogni caso, è buona norma far comprede all’acquirente, che se la merce non dovesse arrivare ci impegneremo a rispedirla.
  • C’è da fidarsi ad inserire i dati della carta di credito su internet? E’ destabilizzante pensare di poter essere frodati, di poter venire derubati. Per dare ali cliente la tranquillità che tutto andrà bene si potrebbe creare una pagina in cui si spiega come il sito si sta tutelando verso questo tipo di frodi.

Prevenire la paura degli utenti è uno dei modi migliori per evitare il mancato acquisto. Bisogna adottare tutta una serie di accorgimenti che permettando al cliente di acquistare in modo rilassato e sereno, dandogli la sicurezza, che dall’altra parte del monitor ci sono persone serie che cercando di lavorare con impegno e trasparenza.