Web design: sito responsive vs sito adaptive

infografica-siti-responsive

Ultimamente, con diversi clienti, capita sempre più spesso di affrontare il discorso siti web mobile. Effettivamente le statistiche ci dicono inequivocabilmente che è indispensabile avere un sito navigabile anche per dispositivi mobile.

  • 82% hanno accesso a internet
  • 18% non hanno accesso a internet

di cui

  • 47% hanno una navigazione da smartphone
  • 15% naviga attraverso tablet

Si può comprendere l’importanza che assume realizzare un sito internet adatto ai dispositivi mobili. Un sito ottimizzato per i dispositivi mobili non solo permette una migliore ottimizzazione per motori di ricerca ma permette anche di migliorare la user experience.
Fino a qualche anno fa la navigazione tramite tablet era piuttosto frustrante. Ci si trovava spesso a dover accedere a siti mal navigabili. Flash e applicazioni varie li rendevano non frubili. L’esperienza di navigazione era pessima. Fortunatamente le cose sono cambiante; la sobrietà grafica ha avuto il sopravvento dedicando maggiore attenzione ai contenuti.

Entrando nello specifico ci sono due modalità per avere siti adatti a dispositivi mobili:

        • design adaptive
        • design responsive

Siti adaptive

L’idea di fondo è quella di avere due o più layout. Nella home page solitamente c’è un detect che individua la risoluzione del monitor e smista le richieste sul layout corretto. Il grosso limite sta proprio in questa sua peculiarità: ogni qualvolta vengono fatte modifiche ad un layout le stesse modifiche devono essere fatte per ogni altro layout. Riassumendo… la realizzazione dei template del sito è veloce, ma la manutenzione piuttosto impegnativa.

Siti responsive

Questo modello sfrutta in modo importante il css. Come per il design adaptive, c’è un javascript o una tecnologia similare per verificare la tipologia del dispositivo che si è connesso. Mentre per il modello adaptive il detect smista su uno dei layout, qui è presente un unico layout che si “adatta”, tramite i css, alla risoluzione del monitor.

Le altre differenze

        • Dal punto di vista dell’ottimizzazione Seo il modello adaptive è molto scomodo. Ogni qualvolta si fanno modifiche di contenuti bisogna rifare le modifiche in tutti i layout attivi;
        • Il design responsive dal punto di vista della progettazione e sviluppo richiede un tempo decisamente superiore. adattare un layout per risoluzioni differente è sicuramente piùimpegnativo;
        • la creazione di un design adaptive può essere realizzata successivamente alla realizzazione del sito principale; per l’installazione di un layout responsive è necessario sostituire interamente il layout esistente;

Dal mio punto di vista un modello responsive è sempre preferibile sia dal punto di vista dei costi che dell’immediatezza di installazione. In generale il modello adaptive ha costi di realizzazione più alti dovendo fare più template ma è sicuramente più personalizzabile.

Sicuramente entrambi i modelli si sviluppo, coordinati a una buona strategia marketing, possono dare soddisfazioni in ambito posizionamento sui motori di ricerca.

Mi preme sottolineare una cosa: affidatevi sempre web marketing specialist o ecommerce specialist ; ultimamente ho visto troppe volte personaggi dell’ultimo momento farsi passare per seri professionisti!